Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menù
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo Scuola di dottorato di Scienze
alto contrasto | caratteri grandi | caratteri normali | disabilita css

Home - Scienze della Terra


Scienze della Terra


Il “Dipartimento di Scienze Geologiche e Geotecnologie” (DSGG), costituitosi nel 1998 presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, con sede nell’edificio U/4 (Piazza della Scienza n. 4), svolge attività di ricerca teorica, sperimentale e analitica nello studio dei rischi geologici e dei processi di degrado del territorio, delle risorse e dei beni culturali e ambientali, nonché nello sviluppo e messa a punto di criteri e tecnologie geologiche d’intervento.

Presso il DSGG sono inoltre ubicati:

- il CoNISMa (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare), che svolge attività di ricerca in ambito sia costiero, sia di mare aperto, sostenendo inoltre numerose borse di dottorato per la Geologia Marina;
- l’Istituto per la Dinamica dei Processi Ambientali (IDPA), che svolge attività di ricerca su temi di interesse geologico e ambientale, coadiuva all'attività didattica e sostiene una borsa di dottorato per la Geologia del Quaternario.
 

L’attività di ricerca svolta dagli afferenti al dipartimento in campo geologico (Area GEO - Scienze della Terra) è orientata verso tematiche di prevalente interesse ambientale, secondo le seguenti linee, improntate ad una marcata interdisciplinarità:

1. Geologia e cartografia geologica (rilevamento finalizzato alla produzione della relativa cartografia geologica, nell’ambito del Progetto CARG della Regione Lombardia);
2. Mineralogia, Petrografia e Gemmologia (caratterizzazione del basamento cristallino nelle Alpi centro-occidentali, zona Ivrea-Verbano, Serie dei Laghi e Sudalpino Orobico);
3. Pericolosità geologica e rischio geologico (stabilità di pendii in masse di terra e roccia, con relative problematiche geologico-tecniche; caratterizzazione geotecnica di rocce deboli; cartografia dei rischi geologici e ambientali; paleosismologia e morfologia quantitativa per la pericolosità sismica; studi sulla pericolosità vulcanica, in cooperazione con istituti di ricerca nazionali e internazionali);
4. Metodologie di indagine e prospezione (finalizzate alla definizione della geometria e della conformazione di acquiferi, con sviluppo di tecniche idrogeofisiche per lo studio dei processi di propagazione e attenuazione di contaminanti);
5. Protezione delle risorse naturali (modellazione dei fenomeni di trasporto nei mezzi porosi; Idrogeologia e Geologia tecnica applicate alla protezione dell’ambiente e delle georisorse; mitigazione del rischio e dell’impatto ambientale nelle coltivazioni di cava);
6. Geologia applicata alla conservazione dei beni culturali (dendrocronologia per la datazione di complessi archeologici);
7. Sedimentologia (dinamica della sedimentazione ed erosione fluvio-deltizia e litorale; processi di sedimentazione; tettonica e sedimentazione in bacini di rift; evoluzione della Pianura Padana; obduzione e composizione dei sedimenti; paleogeografia e paleotettonica);
8. Geologia marina (aspetti morfologici, batimetrici e stratigrafici dell’area costiera, quali risultato dell’analisi dei diversi sensori utilizzabili; ricerche sugli ambienti estremi in mare profondo, sia in Mediterraneo che in bacini limitrofi);
9. Paleobiologia ed Ecobiostratigrafia marine (ricerche sull’evoluzione olocenica e ambienti attuali in aree costiere tropicali e nel Mediterraneo);
10. Petrografia applicata alla conservazione dei beni culturali e delle georisorse (studi petrofisici; ricerca e valorizzazione delle georisorse solide; caratterizzazione analitica e provenienza di materiali naturali da costruzione; riutilizzo delle "materie prime seconde" derivate da materiali lapidei).